Security Self Defence – La Gara

SECURITY SELF DEFENCE

LA GARA!!

 

A seguito dello strepitoso successo riscosso la scorsa edizione che ha visto trionfare il Team italiano davanti a Russia e Bulgaria, torna l’innovativa gara di Security Self Defence ai Campionati del Mondo WTKA e Martial Marathon.
krav_maga_security_sel_defence-34Le competizioni saranno riprese ques’anno dalle telecamere di Italia1 e si svolgeranno nei giorni di sabato 29 e domenica 30 ottobre a partire dalle ore 16.30.
Sabato si svolgeranno le fasi eliminatorie, mentre la domenica le finali a cui accederanno i primi tre Team piazzatisi alle eliminatorie.
Ammesso lo svolgimento della performance anche all’sterno del complesso fieristico qualora il Team partecipante decidesse di utilizzare mezzi quali auto o motociclette per la sua dimostrazione.
Una competizione avvincente che vedrà la partecipazione di Team provenienti da Italia, Israele, Francia, Spagna, Germania, Repubblica Ceca, Polonia, Russia e Bulgaria.

REGOLAMENTO GARA

Ogni Team dovrà obbligatoriamente confrontarsi in due diverse performance.
Una con armi, in questa prova si dovrà dimostrare a proprio piacere una o più situazioni relative appunto all’uso delle armi con uno o più operatori per un tempo massimo di 5 minuti.
krav_maga_security_sel_defence-39Queste dimostrazioni saranno libere e verteranno ad esempio al disarmo con situazioni dove questo sia possibile, alla protezione del o dei clienti con tecniche basiche o più complesse come quelle in sacrificio, oppure situazioni nelle quali si debba difendere il proprio cliente o altro da uno o più assalti da malintenzionati.
Tutte le prove sono libere e lasciate alla fantasia del maestro che costruisce a proprio piacimento la sua dimostrazione mostrando il suo repertorio e bagaglio culturale in questo settore rispettando parametri di veridicità, realismo, concretezza, sicurezza e padronanza tecnica, linearità ed efficacia. La spettacolarità non è bandita, soprattutto come coreografia ma non è certo un parametro di valutazione: ciò che verrà valutato sarà l’insieme della performance nella sua globalità secondo i parametri pocanzi accennati.
krav_maga_security_sel_defence-10La teatralità, le acrobazie, la pomposità delle tecniche utilizzate ect. Saranno penalizzate non avendo queste nessun tipo di riscontro con situazioni reali. Si dovrà pertanto cercare di interpretare al meglio condizioni di pericolo con concentrazione ed atteggiamenti appropriati alla situazione.
Esempio di prova con armi: un malintenzionato all’improvviso attacca il proprio cliente armato di pistola, uno degli operatori di sicurezza lo accompagna a terra per difenderlo dall’attacco armato dell’assalitore curando di coprirlo col suo corpo senza fargli eccessivi danni, durante la fase di caduta a terra però nel realismo che la situazione comporta. Mentre lo sta proteggendo e cadendo a terra l’altro operatore estrae l’arma e risponde al fuoco dell’assalitore, lo stesso operatore che con una tecnica appropriata e specifica di sacrificio ha proiettato il cliente al suolo proteggendolo col suo corpo mentre cade estrae anch’egli la pistola e risponde al fuoco.
Nel caso di un solo operatore sarà lo stesso cadendo ad estrarre e rispondere al fuoco. Questo ovviamente e solo un esempio basico per spiegare la modalità della gara
Da qui possono nascere varie situazioni a totale discrezione della fantasia del maestro basate sempre sul realismo, come ad esempio un secondo malintenzionato che compare da un altro angolo per cui gli operatori già dopo aver eventualmente abbattuto o neutralizzato il primo assalitore si dispongono in maniera appropriata per proteggere il cliente a 360 gradi e cercano se possibile di evadere la zona dell’attacco e trovare un luogo sicuro trasportandovi il cliente secondo le tecniche più appropriate.

 

krav_maga_security_sel_defence-41krav_maga_security_sel_defence-31Il maestro deciderà a seconda della sua formazione e preparazione se per esempio bonificare l’area disarmando gli eventuali feriti, ect. o attuare con un’altra modalità d’azione.
Ovviamente se ne possono creare a centinaia totalmente differenti, in questa prima prova eseguita con l’uso delle armi la conoscenza e la dimostrazione delle tecniche marziali è secondaria rispetto alle altre nozioni tecniche relative all’accompagnamento, protezione, maneggio armi ect.
Da quest anno UNA NOVITA’, i team potranno eseguire la propria performance anche all’esterno del complesso fieristico nel parcheggio antistante l’area di gara. La giuria si sposterà all’esterno per valutare la performance.
Si potrano utilizzare mezzi propri, macchine, moto etc. per inseguimenti e quant’altro si desideri realizzare nella propria esibizione. Ammesso anche uso di corde etc. laddove questo sia possibile, avendo cura però di preallestire l’area indicata la mattina prima della gara con mezzi propri ed ovviamente coordinando la cosa con gli organizzatori e ricevendo relativo nulla osta.
In generale non vi sono limiti salvo quelli dettati dal buon senso e dalla sicurezza di sè e degli altri.
La seconda prova invece dura 3 minuti e verte sulla difesa senza armi: in questo caso le tecniche marziali la fanno da protagonista, gli assalitori ovviamente potranno essere armati a totale discrezione del maestro che costruisce la sua dimostrazione come meglio crede, sia come dimostrazione didattica sia dal punto di vista della dimostrazione scenografica. Le situazioni sono molteplici, esempio due operatori accompagnano un cliente, vip da punto “A” al punto “B”, nel tragitto vengono fermati da un fan, il cliente accetta di firmare un autografo fino al momento che le cose precipitano ed il fan vuole toccare il vip senza il suo consenso. La reazione dovrà essere proporzionata al pericolo. Oppure ancora un maniaco vuole ferire il cliente con un pugno, cioè senza armi, la reazione deve essere proporzionata.

gruppo_con_diploma_3

Oppure un fan vuole un autografo ed un malintenzionato approfitta di questo momento per tentare di ferire il vip, oppure rapirlo, o rubargli la borsa etc. Si possono creare anche in questo caso centinaia di situazioni diverse: la dimostrazione è improntata al totale realismo, al controllo della reazione a seconda dell’offesa.
Non verranno valutati positivamente un eccesso di offesa od una reazione sproporzionata all’attacco. La professionalità dei comportamenti, della modularità della risposta, della sua adeguatezza saranno fondamentali per la valutazione così come il realismo della situazione, la concentrazione, l’identificazione con una situazione reale, l’immedesimarsi emozionalmente è fondamentale senza però scadere nella teatralità eccessiva che sarà penalizzata essendo questa della Security Self Defence una prova basata totalmente sul realismo e non sulla finzione.
Ricordiamoci che a differenza delle altre tre prove della Self Defence questa è finalizzata alla protezione di un cliente per cui gli aspetti tecnici marziali sono solo una parte della valutazione.
Il vestiario dovrà essere costituito obbligatoriamente da vestito, o divise o tute o abbigliamento che siano adeguati a situazioni reali alle quali ci ispiriamo in questo settore della Security Self Defence, non saranno accettate performance in kimono.
Il giudizio della Commissione costituita da esperti del settore ovviamente, è assolutamente insindacabile e non saranno ammesse nessun tipo di lamentela o disappunto.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato.